Il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione è formato da 78 professori e ricercatori.
Ad esso afferiscono, inoltre, oltre 100 dottorandi, oltre 30 assegnisti e numerosi altri collaboratori alla ricerca.
I principali settori di ricerca in cui il Dipartimento è impegnato sono: i dispositivi, le tecnologie e i sistemi micro e nanoelettronici, i sensori e i sistemi microelettromeccanici, il progetto ed il testing di circuiti VLSI e di circuiti integrati a radiofrequenza e microonde i sistemi embedded, i sistemi wireless, le reti di calcolatori, l'ingegneria del software, la computational intelligence, i sistemi operativi, la sicurezza dei dati, i sistemi e le reti di telecomunicazione, il telerilevamento, l'elaborazione delle immagini e dei segnali, i sistemi radar, il telerilevamento mediante sensori ottici iperspettrali, la propagazione dei campi elettromagnetici e le antenne, la compatibilità elettromagnetica, le apparecchiature biomedicali, i tessuti intelligenti, il monitoraggio a distanza di funzioni vitali.
Frutto delle attività di ricerca sono i circa 400 lavori pubblicati ogni anno su riviste specialistiche e negli atti di congressi internazionali e i 64 brevetti di cui sono coautori i docenti del Dipartimento.
La rilevanza del Dipartimento è attestata da un bilancio con un fatturato per strutturato fra i più elevati in Ateneo e in massima parte con fondi provenienti da Progetti Europei e industriali.
I numerosi progetti internazionali e nazionali in cui è impegnato il Dipartimento sono realizzati mediante una intensa attività di ricerca applicata e consulenza per conto di aziende quali Microsoft, Intel, StarCore, ST Microelectronics, Selex Sistemi Integrati, Selex Elsag, Selex Galileo, Telecom, Piaggio, Nokia, Marconi, CISCO, ecc. e di trasferimento tecnologico verso piccole e medie aziende del Territorio.
Il Dipartimento ospita: una unità dell'Istituto di Elettronica e Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni del CNR, una unità di Ricerca del CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), una Unità di Ricerca e Sviluppo congiunta ST Microelectronics-Università di Pisa ed un laboratorio comune Università-CNR che si occupa di sistemi di elaborazione pervasivi (PERLAB).
Negli ultimi quattro anni il Dipartimento ha promosso la nascita di cinque Aziende spin-off dell'Università di Pisa: WiTech (Installazione e collaudo di reti e infrastrutture wireless per imprese e istituzioni pubbliche e private) e RTW (Progettazione e realizzazione di antenne e apparati a microonde); NetResults (Reti di telecomunicazioni), Ideability (Supporti tecnologici per persone diversamente abili) e Quantavis (Sistemi e dispositivi per l'automazione di abitazioni per la sicurezza e il risparmio energetico). Il Dipartimento è socio fondatore di CUBIT (Consortium Ubiquitous Technologies), società consortile per il trasferimento tecnologico nel settore delle reti wireless e dell’elettromagnetismo applicato.