Il DII a BRIGHT - La Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori

30 Settembre 2022
196
VIEW

Come ogni anno, le nostre ricercatrici e i nostri ricercatori saranno in piazza il 30 settembre dalle 16.00 in occasione di BRIGHT - La Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori

Quest'anno, l'evento si svolgerà in diverse piazze in città, ciascuna dedicata a un tema.

Il DII sarà presente in tutte le piazze tematiche con stand, dimostrazioni e laboratori per i più piccoli. Ecco il programma delle nostre attività:

[scarica la locandina con il programma

PIAZZA "NON C'E' UN PIANETA B" - Piazza Dante Alighieri

Vieni a giocare a Minecraft contro il cambiamento climatico!  [dimostrazioni e giochi interattivi per tutti]

Le tecnologie dell'informazione al servizio della lotta al cambiamento climatico verranno illustrate attraverso il gioco "Marinacraft: salviamo il nostro litorale dall'erosione", una versione di "Minecraft: Education Edition". La mappa digitale usata nel gioco è una ricostruzione di una porzione del litorale presso Marina di Pisa, che mostra ai giocatori la situazione attuale del luogo, i potenziali rischi derivanti dai cambiamenti climatici e li mette nel ruolo di costruttori di soluzioni che, utilizzando il verde e la natura, mirano ad affrontare i problemi reali del domani.

Inoltre, i visitatori saranno attivamente coinvolti in attività di misura meteo, tramite la stazione meteo attiva presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione; elaborazione dati meteo, tramite un applicativo LabVIEW per la generazione di stime di pioggia a partire da misure satellitari; geodesign collaborativo, tramite un processo partecipativo basato su Minecraft, mirato al progetto di soluzioni basate sulla natura per il contrasto all'erosione costiera.

Presso lo stand saranno inoltre illustrati contenuti e risultati dei progetti regionali NEFOCAST ed INSIDERAIN, che puntano a sostenere il settore agricolo tramite lo sviluppo di piattaforme per stimare in tempo reale l'avvento di precipitazioni a partire da segnali satellitari, e del progetto europeo H2020 "SCORE" (Smart control of the climate resilience in European coastal cities). 

 

PIAZZA "SIAMO PRONTI PER I ROBOT EMOTIVI?" - Logge dei Banchi

Zeno il guardiano del mare [Dimostrazioni e video]

Zeno è un drone subacqueo autonomo in grado di monitorare lo stato dei fondali e la qualità delle acque tramite onde acustiche. Il robot ha di recente esplorato i laghetti di Campo, grazie ad una collaborazione con il comune di S.Giuliano Terme, ed è stato protagonista di una serie di missioni con Greenpeace in cui ha cercato tracce sui fondali di pesca a strascico illegale. Il drone è in dotazione ai laboratori Crosslab del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, in cui l'innovazione per il 4.0 è mesa a disposizione di imprese e pubbliche amministrazioni.

La robotica al servizio dei lavoratori [Dimostrazioni, interazioni con i robot guidate dai nostri ricercatori e video]

I robot collaborativi saranno sempre più essenziali per affiancare l'uomo in molteplici attività lavorative in totale sicurezza, senza mettere in pericolo la sua incolumità. In piazza alcuni automi risultato della ricerca congiunta del DII e del centro di ricerca "E. Piaggio" progettati per la fabbrica del futuro. 

Robot che lavorano assieme all'uomo [Talk in Piazza] - ore18.30
Lucia Pallottino, Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione

Com'è cambiata la robotica in questi ultimi anni? I robot progettati oggi per lavorare in ambienti dove operano anche esseri umani non sono più macchine rigide e pesanti, che costituiscono un pericolo per l'operatore umano in caso di urti accidentali, ma automi in grado di compiere movimenti "naturali", di apprendere come svolgere un compito e in grado di lavorare fianco a fianco con l'uomo senza metterlo in pericolo. Queste sono le macchine progettate per la nuova rivoluzione industriale nei laboratori crosslab del dipartimento, aperti alle aziende per supportarle nell'innovare logistica e processi.

 

PIAZZA "ODISSEA NELLO SPAZIO" -  Largo Ciro Menotti

Veicoli spaziali e terrestri per i monitoraggio ambientale e simulatore di volo [Dimostrazioni e giochi per tutti]

Saranno in piazza droni e veicoli terrestri autonomi, assieme diversi video che mostreranno le ricerche e le missioni spaziali condotte all'interno del Dipartimento. Allo stand sarà possibile provare un simulatore di volo con drone, realizzato dal gruppo di ricerca, ed un simulatore di atterraggio lunare, realizzato ai DII sul modello della futura missione lunare ESA.

Vieni con me? Ti porto sulla Luna! [Talk in Piazza] - ore 18.00
Giordana Bucchioni, Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione 

La luna, lontana, bella ed irraggiungibile. O forse no. Sapevi che grazie alla complessa dinamica del sistema Terra-luna ci sono delle super-autostrade che ci consentono di andare sulla luna sfruttando solo la gravità? E sapevi che quando raggiungi le vicinanze della Luna puoi stazionare su orbite Halo (letteralmente aureole lunari) o orbite Butterfly (farfalla)? Ma poi, una volta sulla Luna cosa facciamo? E che tecnologia serve per farlo? Il talk si propone di rispondere con semplicità a tutte queste domande, spaziando tra la storia delle missioni lunari, le magie matematiche derivanti dalla complessa meccanica del sistema Terra-Luna fino a portarci in vicinanza della luna grazie alla moderna ingegneria".

 

PIAZZA "COSA STIAMO MANGIANDO?" -  Piazza Santa Caterina

Lenti innovative per smartphone per l’analisi di acqua e cibo [Dimostrazioni, video e test delle lenti con l'aiuto dei nostri ricercatori]

E' una piccola lente adesiva in materiale siliconico. Se fatta aderire alla camera di uno smartphone può funzionare come un microscopio e ingrandire fino a 100 volte, diventando un laboratorio portatile in grado di effettuare analisi batteriologiche su acqua, cibo e anche ferite. Le applicazioni sono estremamente rilevanti, sia per la medicina ospedaliera che per paesi, come quelli del sud del mondo, dove il trasporto di apparecchiature è difficile, ed è invece cruciale un'analisi batteriologica affidabile di acqua e cibi.

L'Internet dei Pomodori [Attività per bambini]

Una serra sensorizzata per monitorare la crescita degli ortaggi e le piante senza uso di nichel e concimi tossici e ottimizzare acqua e sostanze nutritive. I bambini saranno chiamati a "suonare" i pomodori, e poi con la serra a dare loro nutrienti e a controllarne la crescita dallo smarphone collegato al 5G.  Numerosi studi e progetti hanno dimostrato che i bambini che giocano con la serra mangiano poi più volentieri le verdure. L'attività è in collaborazione con l'azienda HORTOMIO

Nanosensori Biodegradabili: Come Potrebbe Cambiare il Monitoraggio di Cibo, Ambiente e Salute  [Talk in Piazza] - ore 18.30
Giuseppe Barillaro, Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione

I sensori sono ormai ovunque! Ci permettono di interagire con l’ambiente che ci circonda, ottenendo informazioni di varia natura, quali, ad esempio, la presenza di tossine in un cibo, la quantità di biossido di azoto nell’aria, la presenza di un marcatore specifico nel sangue. I nanosensori biodegradabili, minimamente invasivi e realizzati con materiali di dimensioni caratteristiche di un milionesimo di mm che si dissolvono nell’ambiente in prodotti biocompatibili, rappresentano l’ultima frontiera nel campo dei sensori e promettono di rivoluzionare il monitoraggio del cibo, dell’ambiente e della salute.