il DII è eccellente...di nuovo

28 Dicembre 2022
473
VIEW

Già proclamato "dipartimento di eccellenza" dal MIUR nel 2018, il DII vince di nuovo il bando con il progetto FoReLab. Al dipartimento un finanziamento di oltre 11 milioni di euro

 

La classifica ANVUR dei nuovi dipartimenti di eccellenza 2023-27, che fa seguito a quella del quinquennio 2018-2023, è stata pubblicata oggi.

Per la seconda volta consecutiva il DII figura tra i Dipartimenti di Eccellenza, con il punteggio massimo sulla valutazione della ricerca (100/100) e quello di 29/30 sul progetto di sviluppo dipartimentale, che colloca il DII al primo posto della propria area di ricerca (Ingegneria Industriale e dell'Informazione).

Dopo avere vinto lo scorso bando con i crosslab, i laboratori innovativi per industria 4.0, il DII si qualifica di nuovo tra le eccellenze con il progetto "FoReLab" (Future-oriented Research Lab), mirato allo sviluppo di metodologie e tecnologie abilitanti per Industria 5.0, creando nuove competenze trasferibili alle grandi imprese e alle PMI, sia direttamente, sia formando una nuova generazione di innovatori.

Il nuovo laboratorio FoReLab aggregherà attività di ricerca, personale e infrastrutture da tutti i settori dell’Ingegneria dell’Informazione, sviluppando quattro linee di ricerca di sicuro impatto nella futura I5.0:

• Trustworthy Artificial and Embodied Intelligence, per rendere i sistemi di AI e robotica collaborativa affidabili e adatti a contesti dinamici e critici; 
• Human-Centric Systems, per sviluppare sistemi ICT che combinino punti di forza e peculiarità dell’uomo con quelli delle macchine;
• Future Networks, per sviluppare reti in grado di sostenere i nuovi processi industriali e le applicazioni emergenti;
• Smart Materials Devices, per creare una nuova generazione di dispositivi e sistemi ICT riconfigurabili, adattivi ed eco-compatibili.

"Il DII porta avanti da anni una proficua collaborazione con imprese nazionali ed internazionali, che usano ricerca ed infrastrutture del DII e beneficiano delle iniziative di formazione messe in atto, e creano a loro volta una domanda di ricerca industriale che orienta ricerca e formazione  - commenta il direttore del DII Andrea Caiti - Il progetto crosslab, con cui abbiamo vinto lo scorso bando dipartimenti di eccellenza  ha raggiunto, e di fatto ecceduto, gli obiettivi prefissi,  ed è stato il volano per un notevole incremento della quantità e qualità della ricerca del DII. Nel solo 2021 i CrossLab hanno ricevuto un finanziamento per ricerca commissionata da imprese di circa 1.2M€, raggiungendo e superando ampiamente la soglia per l’autosostenibilità a regime. I CrossLab continueranno quindi la loro attività di ricerca applicata nel futuro e costituiscono per il DII la principale cinghia di trasmissione della propria ricerca verso il mondo delle imprese.

Con progetto FoReLab -prosegue- il DII mira a consolidare la propria posizione di volano per la crescita e la sostenibilità economica del paese, preparando il terreno per la nuova generazione di industria, detta Industria 5.0 (I5.0, https://bit.ly/3BoQ0Ib), autonoma, sostenibile, resiliente e centrata sulla persona. Nel prossimo quinquennio il DII potenzierà la ricerca di frontiera sulle tecnologie ICT abilitanti per I5.0 che supportino innovazioni di prodotto, di processo e di servizio, consentendo di diminuire i costi di produzione e di esercizio, sostenendo la sovranità digitale del paese, favorendo la resilienza del sistema produttivo, mettendo al centro la persona e la sostenibilità ambientale. Il FoReLab si avvarrà delle opportunità di trasferimento tecnologico create dai CrossLab, da un lato, e dall’altro li alimenterà con i risultati della ricerca di frontiera. Sarà inoltre aperto al contributo di ricercatori esterni, sia locali che internazionali, in particolare provenienti da aree disciplinari le cui competenze sono funzionali ad una progettazione delle tecnologie ICT incentrata sulla persona, come scienze sociali e scienze della vita.".