Studiare al DII: Ingegneria delle Telecomunicazioni

15 Giugno 2020
503
VIEW

Uno dei pocchissimi corsi di laurea in Telecomunicazioni in Italia, e con un programma totalmente rinnovato per venire incontro all'esigenza di formazione sulle nuove tecnologie da parte di un mercato del lavoro che sta avanzando moltissime offerte in questo settore. A Pisa tutto il percorso triennale, e due curricula di magistrale. I corsi magistrali, oltre al titolo, rilasciano anche l'attestato "Industria 4.0", grazie all'integrazione con i laboratori CrossLab

 

web: https://www.tlc.ing.unipi.it/

contatti: maria.greco@unipi.it

 

Pisa è una delle tre città in Italia, assieme a Roma e Napoli, ad offire un corso di laurea a ciclo completo, triennale e magistrale, in ingegneria delle Telecomunicazioni, un campo di studi che si sta rivelando sempre più strategico, e che al momento risente di un grosso gap tra domanda e offerta. 

"Le telecomunicazioni - spiega la presidentessa del corso di Laurea, Maria Sabrina Greco - compredono tutti i processi di scambio di informazioni a distanza, come la trasmissione di voce e dati e video, e quindi includono per esempio tecnologie wireless, satellitario, radio, fibra ottica e internet, che rendono possibile scambarsi email, navigare in internet, telefonare, condividere file, attivare videoconferenze e molto altro di ciò che caratterizza l'interazione lavorativa e sociale del mondo di oggi.

"Il corso forma profili professionali in grado di gestire tecnologie in continua evoluzione, e che hanno una conoscenza approfondita di metodologie, strumenti teorici, standard e normative."

 

Gli sbocchi lavorativi includono imprese manifatturiere e di servizi internet o telefonia, società di cosulenza ICT, aziende di produzione sotware, pubbliche amministrazioni e ricerca e sviluppo in Università o Agenzie Spaziali Internazionali.

 

 

Il corso di Laurea a Pisa mantiene stretti contatti con il mondo del lavoro, attraverso l'attivazione di stage e tirocini di laurea, seminari informativi, visite didattiche.

 

 

 

"Le richieste, sia in ambito nazionale che territoriale e regionale, sono molteplici in questo campo - prosegue la professoressa Greco -  i nostri laureati in media trovano lavoro entro due mesi dal conseguimento del titolo, e i laureati a Pisa, secondo i dati di Alma Laurea, hanno retribuzioni superiori rispetto alla medie dei laureati in altri atenei in materie ICT.

"Le lauree sono state rinnovate nel 2019 (triennale) e nel 2020 (magistrale) in contenuti e programmi, per adeguarsi alle richieste del mondo del lavoro. In particolare, sono stati introdotti alcune materie specifiche sul 5G e internet, e insegnamenti che forniscono conoscenze più approfondite su radar, elaborazione del segnale e telerilevamento".

 

Il corso di Laurea Triennale prevede, già dal primo anno, lo studio di argomenti specifici delle telecomunicazioni, e non solo delle materie di base, in modo da concludere il triennio con una ottima conoscenza nell'area della teoria dei segnali, della propagazione elettromagnetica, dei sistemi e delle reti di telecomunicazioni, dei sistemi di acquisizione ed elaborazione dei dati.

La Laurea Magistrale, della durata di due anni, prevede invece due curricula: Internet and wireless communication e Radar, remote sensing and RF Technologies, con alcuni insegnamenti ed esami in comune il primo anno. Il corso è tenuto in ligua italiana.

 

Radar, remote sensing and RF Technologies si focalizza in particolare su sistemi radar terrestri, spaziali e veicolari, di telerilevamento e di monitoraggio ambientale

---> guarda la presentazione sotto dal minuto 13.14 per un approfondimento su questo modulo

Internet and wireless communication mette particolare enfasi su sitemi wireless 5G e 6G, reti di telecomunicazione e tecnologie internet

---> guarda la presentazione sotto dal minuto 19.00 per un approfondimento su questo modulo

 

Entrambi i corsi di Laurea Magistrale permettono allo studente di conseguire, oltre al titolo, anche un certificato "Industria 4.0" che attesta l'acquisizione delle competenze necessarie al piano ministreriale ed Europeo per lo sviluppo e l'innovazione del nostro sistema industriale.  Nel 2018, Il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione è stato nominato dal MIUR "dipartimento di eccellenza" per il progetto CrossLab, che prevede l'attivazione di cinque laboratori interdisciplinari sulle tecnologie abilitanti per Industria 4.0. I laboratori sono gestiti da docenti del Dipartimento, ma aperti alle imprese, e costituiscono quindi per gli studenti una formidabile opportunità di formazione sulla ricerca finalizzata all'aumento della competitività del nostro sistema industriale, attraverso l'impiego e l'integrazione di componenti e metodi avanzati di trattamento dell'informazione, in particolare nell'ambito dei laboratori di Cloud Computing, Big Data e CyberSecurity e Industrial Internet of Things.

 

Video di presentazione del corso di Laurea Triennale e Magistrale