Studiare al DII: Robotica e Automazione

22 Giugno 2020
479
VIEW

Un corso di Laurea Magistrale tra i più prestigiosi in Italia, grazie al percorso formativo continuamente rinnovato per adeguarsi alle esigenze del mondo del lavoro e all'ecosistema unico offerto dalla città di Pisa, in cui gli studenti hanno la possibilità di frequentare un ambiente di ricerca di altissimo livello. Nell'ambito del corso di laurea è possibile scegliere il percorso di competenza "industria4.0", grazie all'integrazione con i laboratori CrossLab

 

 

Web: http://www.aut.ing.unipi.it/index.php/home

Contatti: andrea.caiti@unipi.it

 

Il Corso di Laurea robotica e automazione è un corso magistrale, frequentato da studenti che hanno già concluso un percorso triennale, provenienti non solo dall’Università di Pisa, ma anche da molti altri Atenei in Italia.

"Conclusa la laurea triennale - afferma il presidente del corso di laurea Andrea Caiti -  molti studenti si spostano a Pisa per avere la possibilità di lavorare sperimentalmente, fruendo di un ecosistema unico per la ricerca in robotica e automazione, che riunisce a pochissima distanza gli strumenti, i docenti e laboratori di un dipartimento di eccellenza, il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, e del centro di ricerca Enrico Piaggio dell’Università di Pisa, che da oltre 50 anni conduce ricerca di avanguardia in questo campo. Durante il loro percorso, gli studenti avranno l’opportunità di essere inseriti nei laboratori e nei gruppi di ricerca che operano in entrambi i centri, e di partecipare a progetti congiunti che li metteranno in contatto anche con altre eccellenze del territorio, come la Scuola S. Anna e l’IMT di Lucca.

"Nonostante la situazione peculiare causata dalla pandemia e le sue ripercussioni sull’anno accademico 2020-2021, studenti e tesisti potranno continuare ad accedere ai laboratori per portare avanti il proprio lavoro “sul campo”".

Il corso affronta le tecnologie per i sistemi robotici e di automazione, e cioè la progettazione di tutti gli elementi che li compongono e che li mettono in grado di “percepire” un ambiente e agire su di esso, e le connessioni tra questi elementi.

 

 

Le competenze che si acquisiscono durante il corso sono fortemente multidisciplinari, e vanno dalla descrizione formale e matematica dei sistemi e la risoluzione di problemi in contesti complessi, fino alla capacità di progettazione tecnica ed economica, e a competenze di gestione e realizzazione di sistemi di controllo.

Al corso si accede da altri corsi di laurea in ingegneria industriale e dell’informazione, in alcuni casi senza esami aggiuntivi, In altri scegliendo alcuni particolari esami opzionali.

 

 

Il curriculum è unico, con contenuti e programmi continuamente adeguati alle esigenze delle imprese e al progresso delle tecnologie. Con alcuni esami opzionali il corso di laurea rilascia, oltre al titolo, l’attestato “industria 4.0”, per certificare l’acquisizione delle competenze necessarie al piano ministeriale ed Europeo per lo sviluppo e l'innovazione del nostro sistema industriale. Nel 2018, Il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione è stato nominato dal MIUR "dipartimento di eccellenza" per il progetto CrossLab, che prevede l'attivazione di cinque laboratori interdisciplinari sulle tecnologie abilitanti per Industria 4.0. I laboratori sono gestiti da docenti del Dipartimento, ma aperti alle imprese, e costituiscono quindi per gli studenti una formidabile opportunità di formazione sulla ricerca finalizzata all'aumento della competitività del nostro sistema industriale, attraverso l'impiego e l'integrazione di componenti e metodi avanzati di trattamento dell'informazione, in particolare nell'ambito del laboratorio Advanced Manufacturing.

Grazie al progetto CrossLab, il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione ha acquisito strumentazione all’avanguardia per la tecnologia industriale, per il valore di 2 milioni euro. Gli studenti potranno avere accesso a questa tecnologia e ai relativi laboratori dedicati all'automazione industriale.

Gli studenti sono incoraggiati a svolgere le proprie tesi di laurea in azienda oppure all’estero, grazie alla collaborazione del dipartimento con diverse università europee e americane nell’ambito di diversi progetti di ricerca. Le possibilità di impiego sono molto ampie, data la pervasività dei robot, oggi, nella maggior parte delle attività produttive.

 

 

Il tempo medio che trascorre dall’inizio della ricerca di un impiego all’inserimento in un contesto lavorativo è di circa 15 giorni.

 

Molti studenti proseguono con il dottorato, e molti altri scelgono di lavorare all’estero: i laureati in robotica e automazione in Italia sono infatti molto richiesti ed apprezzati dalle aziende a livello internazionale.

 

Presentazione offerta didattica in robotica e automazione

Guarda la presentazione