Repubblica Firenze - Una App cerca donatori di parole

06 October 2019
101
VIEW

Si chiama CapisciAMe, ed è un riconoscitore vocale come Siri e Alexa, ma pensata per le persone con disartria, un disturbo neurologico che rende difficile articolare le parole, e quindi essere comprese da una Intelligenza Artificiale.

Il progetto è di Davide Mulfari, dottorando al DII, ed è in cerca di nuove parole per addestrare la App e ampliare il suo database.

Ne parla Valeria Strambi su La Repubblica Firenze