Studiare al DII: Ingegneria Informatica

11 Giugno 2020
562
VIEW

Il Corso di Studi forma professionisti che non solo sono esperti di sistemi informatici, ma conoscono anche le basi delle altre ingegnerie legate alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Questo è un elemento fondamentale nel mondo del lavoro oggi, dove i problemi sono sempre più complessi e perciò richiedono competenze multidisciplinari. La Laurea Magistrale rilascia anche il certificato "industria 4.0" grazie all'integrazione con i laboratori CrossLab

 

contatti: enzo.mingozzi@unipi.it

web: computer.ing.unipi.it

 

Una laurea che fornisce competenze multidisciplinari su tutte le tecnologie ICT, come elettronica, telecomunicazioni ed automazione. Questo in sintesi il profilo del percorso in Ingegneria Informatica a Pisa, i cui contenuti, rinnovati di recente, sono allineati alle competenze richieste da un mondo del lavoro sempre più complesso, che richiede conoscenze non solo nella programmazione software, ma, per esempio, nella progettazione e gestione di sistemi informatici, o di servizi di rete web.

"L’ingegnere informatico - commenta Enzo Mingozzi, presidente del corso di laurea - ha poi la possibilità di operare come consulente freelance, o anche come imprenditore, per esempio, di aziende start-up. Il prodotto informatico ha una sua unicità: può essere sviluppato e portato sul mercato anche da un team molto piccolo, e arrivare invece a servire per una fascia molto ampia di popolazione. Per fare un esempio, nel 2010 Instagram è stata sviluppata e lanciata da due persone. Due anni dopo, è stata comprata da Facebook per un miliardo di dollari. Questo rende l'idea delle grandi opportunità che questo settore offre, comprovate dal fatto che quel 20% di studenti che non prosegue dopo la triennale trova lavoro ancora prima di laurearsi, e l'altro 80% subito dopo la magistrale: il mercato italiano ha un gap enorme tra la domanda e l'offerta, e la figura di ingegnere informatico è estremamente richiesta. Pisa ha poi la peculiarità di avere laureati che accedono a retribuzioni ancora più alte rispetto alla media nazionale."

La Laurea Triennale prevede un'articolazione degli insegnamenti in tre aree:

La prima è quella delle discipline metodologiche e scientifiche di base, che ricomprendono le matematiche e le fisiche;

La seconda è quella delle discipline caratterizzanti l’ingegneria informatica e include, fra queste, l’automazione. Grazie a queste materie si impara com’è fatto un computer, da quello più piccolo all’interno dell’orologio che ho al polso, a quello che è nascosto in un’autovettura ma fondamentale per il suo funzionamento, al server super potente, uno delle centinaia che si trovano all’interno di un cloud data center. Si impara poi come il computer funziona grazie al suo sistema operativo, e come si programmano in modo sicuro le applicazioni che ci ‘girano’ sopra. Ma si impara anche come si collegano fra loro i computer per formare una rete, come la rete Internet. E ancora, si impara come le applicazioni possono utilizzare la rete e il Web, per funzionare in modo coordinato come si usano i computer per memorizzare i dati, spesso in gran quantità: i cosiddetti big data.

Infine, la terza e ultima area è quella delle altre discipline ingegneristiche, in particolare di due settori, quello stesso dell’informatica ICT – Information and Communications Technologies (elettronica, dell’elettrotecnica, e delle telecomunicazioni) e quello dell’ingegneria per la gestione d’azienda. Lo studente riceve quindi non solo solide basi e competenze informatiche, ma anche una prospettiva a tutto tondo sugli aspetti più importanti dell'ingegneria dell'informazione e della comunicazione.

 

In aggiunta, circa il 5% dei nostri studenti ha un’esperienza all’estero, tipicamente nell’ambito del programma Erasmus, e uno su tre sceglie di svolgere una attività di tirocinio o stage presso un’azienda del settore prima di laurearsi, come parte integrante del proprio percorso formativo.

 

Presentazione della laurea triennale

 

La scelta fatta dalla grande maggioranza dei nostri laureati, circa l'80%, è quella di proseguire gli studi dopo la triennale. 

L’offerta formativa della scuola di ingegneria di Pisa propone due lauree magistrali nell’ambito dell’ingegneria informatica: la laurea magistrale in Computer Engineering, e la laurea magistrale in Artificial Intelligence and Data Engineering. i cui piani di studio sono stati profondamente aggiornati nello scorso anno accademico dopo un’attenta analisi delle esigenze del mercato del lavoro, per allinearli ai profili professionali emergenti del settore.

Le due lauree consentono allo studente di specializzare le proprie competenze in quelli che oggi sono gli ambiti principali dell’ingegneria informatica, dall’intelligenza artificiale all’Internet delle Cose, dai sistemi cloud alle architetture di rete avanzate, dai big data alla cybersecurity.

In particolare, la laurea magistrale in Computer Engineering, partendo da una solida preparazione specialistica capace di rispondere alle esigenze di innovazione dei molteplici settori inerenti all’ingegneria informatica, offre allo studente la possibilità di specializzarsi in uno di tre curricula disponibili: ‘Computer Systems and Networks’, dedicato ai sistemi cloud e alle reti informatiche, ‘Cyber-Physical Systems’, che fornisce agli studenti competenze sui sistemi embedded e l’Internet delle Cose, e, infine, ‘Cybersecurity’, che si concentra sulla progettazione di sistemi e applicazioni sicuri.

La Laurea Magistrale in Artificial Intelligence and Data Engineering si propone di formare invece laureati capaci, da un lato, di progettare e realizzare sistemi informatici in grado di memorizzare e gestire in modo efficiente grandi quantità di dati, e, dall’altro, di progettare e implementare applicazioni, basate sulle più recenti metodologie e tecniche dell'intelligenza artificiale, per l’analisi e l’estrazione di conoscenze utili da questi dati. Una peculiarità del corso è l’essere strutturato per accogliere non solo studenti con conoscenze consolidate nell’ambito dell’ingegneria informatica, ma anche studenti provenienti da discipline diverse, per esempio la matematica o la fisica, purché con una conoscenza minima adeguata della programmazione dei calcolatori. Questi ultimi hanno l'opportunità nel proprio percorso formativo di completare le conoscenze delle metodologie di base dell'ingegneria informatica, inclusi i sistemi operativi, le reti di computer, e i database.

Gli insegnamenti delle due lauree magistrali – alcuni dei quali a comune – sono erogati in lingua inglese.

.

Il corso di Laurea Magistrale in Computer Engineering permette allo studente di conseguire, oltre al titolo, anche un certificato "Industria 4.0" che attesta l'acquisizione delle competenze necessarie al piano ministreriale ed Europeo per lo sviluppo e l'innovazione del nostro sistema industriale.  Nel 2018, Il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione è stato nominato dal MIUR "dipartimento di eccellenza" per il progetto CrossLab, che prevede l'attivazione di cinque laboratori interdisciplinari sulle tecnologie abilitanti per Industria 4.0. I laboratori sono gestiti da docenti del Dipartimento, ma aperti alle imprese, e costituiscono quindi per gli studenti una formidabile opportunità di formazione sulla ricerca finalizzata all'aumento della competitività del nostro sistema industriale, attraverso l'impiego e l'integrazione di componenti e metodi avanzati di trattamento dell'informazione, in particolare nell'ambito del laboratorio di Cloud Computing, Big Data e CyberSecurity .

Il 100% dei laureati a Pisa in ingegneria informatica trova lavoro dopo poco tempo, e con retribuzioni mediamente più alte. I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea magistrale della classe sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi che nelle amministrazioni pubbliche. I laureati magistrali potranno trovare occupazione presso industrie informatiche operanti negli ambiti della produzione hardware e software; industrie per l'automazione e la robotica; imprese operanti nell'area dei sistemi informativi e delle reti di calcolatori; imprese di servizi; servizi informatici della pubblica amministrazione. 

 

.

 

Presentazione Corsi di Laurea Magistrale in Computer Engineering e Artificial Intelligence and Data Engineering