Regional projects

EFEST

Responsabile: prof. Sergio Saponara

Il progetto EFEST ha come obiettivo la realizzazione di servizi avanzati per i veicoli terrestri di nuova generazione, incluse applicazioni innovative inerenti la sicurezza nei sistemi di trasporto.

AOCMA

Responsabile: prof. Sergio Saponara

L’obiettivo principale del progetto AOCMA è la progettazione e la realizzazione di un sistema di misura innovativo e a basso costo in grado di scansionare oggetti di varia natura fornendone il profilo e la posizione nello spazio.

KI-FOOT

Responsabile: Prof.sa Gigliola Vaglini

L’obiettivo generale del progetto KI-FOOT è lo sviluppo di un prototipo fortemente innovativo basato sull’integrazione di sensori e componenti ICT in una calzatura dedicata al monitoraggio della deambulazione in soggetti anziani. Il sistema è composto da una coppia di scarpe sensorizzate (destra e sinistra), comprendenti un set di sensori per la rilevazione di parametri biomedici e biomeccanici dell’anziano, da un’interfaccia utente (APP) su dispositivo mobile e da un’interfaccia remota per una analisi più dettagliata dei dati.

Per queste attività il DII riceverà dalla regione Toscana un finanziamento di Euro 94.875,00 Euro

SISTER

Responsabile: Prof. Marco Luise

Obiettivo del progetto SISTER (Signalling & Sensing Technologies in Railway application) è innovare il sistema tramviario con una migliore capacità di rilevare situazioni pericolose, attraverso lo sviluppo, l’integrazione e la valutazione di tecnologie innovative per la segnalazione, la comunicazione ed il telerilevamento.
In particolare, il progetto SISTER si fa carico di sviluppare un sistema innovativo di segnalamento, un nuovo sistema di “remote sensing” ad alto livello di affidabilità e un innovativo mezzo di comunicazione radio broadband resiliente alle interferenze.

ADAMo

Responsabile: Prof. Stefano Giordano

Il progetto ADAMo, cofinanziato dalla Regione Toscana, prevede di sviluppare un sistema di aerodinamica attiva per applicazioni nell’ambito dei motocicli sfruttando superfici mobili e/o deformabili e/o soffianti. Il sistema ADAMo mira ad ottimizzare la configurazione aerodinamica in base alla reale situazione operativa e a fronte di un determinato obiettivo di usabilità selezionato dall’utente.

BMIFOCUS

Responsabile: Ing. Alessandro Tognetti

Brain Machine Interface in space manned missions: amplifying FOCUSed attention for error Counterbalancing

L’idea alla base del progetto e lo sviluppo di un sistema di misura e di potenziamento delle abilita cognitive, delle funzioni sensorimotorie, delle funzioni emotive e del controllo dello stress nell’uomo in condizioni estreme. Questa esigenza si rivela particolarmente importante per quei soggetti che operano in condizioni e contesti dove non e possibile permettersi errori nelle attività operative, come gli astronauti durante le attività di pilotaggio di veicoli spaziali.

OASI

Responsabile: Prof. Stefano Giordano

Ricerca, progettazione e sperimentazione di una piattaforma di Unified Communication & Cooperation, in convergenza di tecnologie, dotata di funzionalità di analisi e classificazione in tempo reale di grandi flussi di traffico per l’ottimizzazione dinamica della banda, in funzione delle priorità di impiego, e la sicurezza dei collegamenti indispensabili per le esigenze dell’Industria 4.0.

SAVEMYBIKE

Responsabile: Prof. Paolo Nepa

Il sistema SaveMyBike costituisce un insieme di due servizi interagenti forniti ai cittadini per incentivare l’utilizzo della ciclabilità e delle altre modalità di trasporto sostenibili connesse. Il primo servizio è costituito da un disincentivo al furto delle bici private mentre il secondo è un sistema di premialità delle pratiche di mobilità sostenibile.

AIRCARDIO

Responsabile: Prof. Sergio Saponara

Il progetto AIRCARDIO si propone di creare un sistema di telemonitoraggio innovativo da impiegare nella gestione del percorso di cura ospedaliero-territoriale della cardiopatia congenita neonatale/pediatrica, consentendo l’applicazione di un approccio integrato di gestione del piccolo paziente in cui, alla tradizionale pratica clinica, si affianca un telemonitoraggio costante dei principali parametri vitali a domicilio.

CONTACT

Responsabile: Prof. Giovanni Pennelli

Il Laboratorio di Nanotecnologie del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione ha sviluppato notevoli competenze per la fabbricazione e la caratterizzazione di dispositivi elettronici basati su strutture nanometriche, in particolare in silicio.
Attualmente, l’attività di ricerca del Laboratorio si sta concentrando sulla messa a punto di processi per la fabbricazione di dispositivi termoelettrici basati su foreste di nanofili di silicio per la conversione diretta di calore in energia elettrica. Data la ridotta conducibilità termica delle strutture nanometriche (nanofili), e la loro elevata conducibilità elettrica, questi dispositivi puntano ad avere un’alta efficienza di conversione del calore in energia elettrica.

Pages